Patologie della Laringe

Malattie della Laringe

Tra le diverse patologie che possono colpire la laringe, abbiamo: la laringite che è la più comune; dovuta a processi infiammatori di varia origine come: traumi, ustioni, irritazione da corpi estranei fino a fattori allergici, ecc.

La laringite acuta, di natura solitamente infiammatoria, è caratterizzata da disfonia e afonia, dolore intenso, secchezza, disfagia per liquidi caldi, dispnea (se vi è edema), tosse secca e irritante, escreato talvolta ematico, malessere, febbre; localmente si riscontra iperemia, edema, essudazione mucosa o fibrinosa; la prognosi in questi casi è benigna.

La laringite cronica appare con diversi aspetti morfologici, che caratterizzano particolari quadri clinici; si ha così una forma catarrale con edema e iperemia delle corde vocali, secrezione vischiosa e poi, ipertrofia granulosa, una forma atrofica con secrezione della mucosa densa e croste giallo-verdastre fetide; una forma pachidermica con iperplasia diffusa o circoscritta della mucosa o del corion sottomucoso; una forma nodulare, di frequente riscontro tra i cantanti, con noduli biancastri lisci e piccoli, determinanti in completa adduzione delle corde vocali.

La sintomatologia è costituita da: raucedine, tosse secca, facile staccabilità, disfonia, secchezza e bruciore locale.

La laringite stridula si riscontra nei bambini con ostruzione nasale ed adenoidi per riniti nel corso di laringite acuta ed è caratterizzata da: crisi dispnoiche notturne per spasmo laringeo (di breve durata, a prognosi favorevole), stridore inspiratorio, dispnea, cianosi.

La laringite erpetica, è una rara affezione virale caratterizzata dalla comparsa di vescicole sull' epiglottide, aritenoidi e false corde, da eventuale paralisi delle corde vocali, dolore acuto, disfagia, febbre, espettorato a volte ematico.

E ricordiamo anche le varie forme tumorali; la laringite crupale, quella tuibercolare e la laringite luetica che si manifesta nella fase terza della sifilide.